Ortostoria 2012 – 2013

Ecco nascere l’orto condiviso!!!!

Dopo la prima lavorazione...
Dopo la prima lavorazione…

Il 30 maggio 2012 segna il giorno ufficiale della nascita del nostro orto. Dopo l’affidamento dell’area e tutte le carte bollate eccoci finalmente con le zappe in mano.

Decidiamo di far fresare cinque quadrati della dimensione di circa 400mq ciascuno. Segue una serata a colpi di salumi e bicchieri di vino per scegliere la geometria.

Si perché per noi fin da subito è stato importante disegnare il nostro sogno e la sia forma. La sua destinazione. Allora ecco il primo quadrato, quasi un ottagono concentrico con una spirale al centro. L’attenzione al significato di questa spirale che quasi ci rappresenta e cge sarà destinata alle aromatiche.

Il secondo quadrato a fette, con una cornice di zucche. Il terzo al centro dell’area: non può che essere l’orto sinergico. Il quarto…patate! Il quinto…vedremo poi…

Ve li presentiamo tutti nelle sottopagine dedicate che descrivono la cura e l’attenzione per ogni scelta.

Scegliere è importante. A volte faticoso perché determina il confronto fra istanze e idee diverse. Richiede tempo, che è una di quelle dimensioni che sembriamo aver perso dal punto di vista socisle, ma questo è un orto condiviso ed è esattamente questo che significa questa parola.

Riscopriamo così quanto sia bello parlare, confrontarsi, decidere, agire attraverso un processo comunitario che non lascia niente al caso, nemmeno cose che possono sembrare secondarie come decidere il posizionamento di una prosa di pomodori.

L’orto è di tutti e deve poter rappresentare tutti.

Un percorso importante.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...